mentre la vita va …

L’autostima

Mai come in questo periodo di notizie brutte, d’incertezze per un futuro che sembra ogni giorno più nebbioso, c’è bisogno di rassicurazioni. Non ricordo di aver vissuto un tempo così angosciante da che son nato, nemmeno quando non si arrivava a fine mese con gli stipendi di mamma e papà. Lo vedo nelle persone che sento e che frequento, ma soprattutto nei bambini che stanno crescendo con mascherine e guantini e che non possono abbracciarsi e toccarsi come è naturale fare nel viaggio verso l’adolescenza e oltre. Sono bimbi nervosi, suscettibili di cambiamenti d’umore, che piangono per un nonnulla.

Sarebbe un grande sbaglio infierire su di loro maggiormente con frasi come quelle della tabella a sinistra o similari. E, anche se noi adulti, stiamo vivendo un’incertezza senza fine, alimentata da un sistema politico che ci vuole terrorizzati, dobbiamo fare lo sforzo di sorridere ai nostri piccoli dando loro calore e sicurezza. Senza autostima non si va da nessuna parte. Nessuna pietà per chi vacilla nella globalizzazione. Se non siamo soldatini allenati ed armati sino ai denti, pronti a sparare per non perdere il diritto alla parola, alla libertà, alla felicità, ci fanno su in un fagottino e ci buttano  nelle raccolte non differenziate, quelle comuni o, addirittura nascoste.

Facciamolo questo sforzo di toglierci dall’alienazione imposta e sorridiamo soprattutto a loro che saranno il futuro. Sino a che non verrà riconosciuta l’unicità dei singoli, ci tratteranno globalmente come un gregge allo sbando con i cani pastori al fianco che ci guidano. L’autostima equilibrata e cosciente porterà i nostri bimbi ad essere uomini fieri e corretti, capaci di difendersi da tutte le mancanze di rispetto che i furbi o presunti tali seminano in continuazione per i loro scopi.

E’ una società da cambiare e solo loro lo potranno fare. AIUTIAMOLI!!!

Condivisione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *