mentre la vita va …

Di nuovo tosse e raffreddore



E’ in arrivo un bastimento carico di batteri, aiuto! Si salvi chi può!!!

Da novembre a … e chi lo sa per quanto ancora, il bastimento non vuole salpare e migrare per altri lidi. Tosse, raffreddore, influenza, febbre, aerosol, stappanasi, fazzolettini, antibiotici, vitamine, chi più ne ha ne metta! Mai visto una roba del genere! Dicono che all’asilo i bimbi si fortificano e sarà anche vero, ma in compenso i nonni crollano! Almeno per me è così. Ai primi starnuti di Nicole comincio di nuovo a sentire pruriti e bruciori al naso e mi dico:- ci risiamo-. Poi arrivano i colpi di tosse e, di nuovo, ci risiamo. Che dite? Devo muovermi in casa con una mascherina?

Essere nonno è anche questo. Io che mi vantavo di non beccare mai l’influenza d’inverno, io che non mi sono mai vaccinato contro i mali di stagione, da quando il mio trottolino va all’asilo, d’inverno, vengo inesorabilmente attaccato da batteri che sono ben più forti delle mie resistenze. I batteri dei bambini sono micidiali! Come faranno i pediatri a sopravvivere proprio non lo so. Devono avere un sistema immunitario a prova di bomba.

-Mettiti la manina davanti alla bocca..- Certo che glielo diciamo, ma su tre colpi di tosse o starnuti, due volte si dimentica e loro si propagano nell’aria come le zanzare d’estate, che non vedono l’ora di succhiare il tuo sangue. “Zac!!” e appena parli entrano nella gola e cominciano a fare figli. In un attimo i soldatini interni si organizzano e cominciano a mitragliare sugli intrusi. Ce la faranno a sterminarli? Ai posteri l’ardua sentenza.

Sì sono un nonno ipocondriaco! Ma devo farmi forza perché Nicole mi chiama.

Condivisione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *