Ciliege ciliegie

La voracità degli uccelli m’induce a prendere la scala e a salire sull’albero.

-una volta avevate paura di me e ora le mangiate sotto il mio naso! Ma non potete prendere quelle in cima alla pianta che là non ci arrivo?-

-abbiamo imparato le tue scorciatoie, ti spiamo tutti i giorni e, in effetti tra i rami, nell’ombra, si gustano meglio, e poi tu hai un orto bellissimo e un compostaggio con tanti bei vermi, sai che goduria?-

lo so, lo so! Devo mettere reti dappertutto per proteggermi da voi!-

Clap clap, e non si spostano!

Sono costretto a raccogliere tutte quelle che vedo, anche se non sono proprio belle mature, altrimenti domattina saranno rimaste solo le foglie! D’altronde hanno ragione anche loro; bruciano le rive, diserbano, non trovano più da mangiare e così vanno dove ce n’è; mica stupidi! Merli, storni, passeri, pettirossi, gazze, corvi … mi sembra di essere in un film di Hitchcock!!!

 

Condivisione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Ciliege ciliegie”